Poesia di Vincenzo Fiaschitello - Da un vecchio
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Da un vecchio

Da un vecchio ti saresti aspettato

di sentire - la vita mi disgusta

ormai, mi incalza un'aria di metallo

nelle ambigue strade della città.

Ma tu dici:- continuo a intingere

il mio dito nell'azzurro del cielo,

nell'oro del tramonto, nel blu

della notte, nel bianco della neve.

Non serve tanta forza per snudare

il tronco di un radicchio, il capo

di un carciofo, la corolla di un fiore.

Le foglie strappate scendono a volte

pesanti come il destino, a volte

leggere come farfalle che il vento

porta là dove vuole e non vuole.

Attendono il tepore della tarda 

primavera i piccoli passeri

che tra brividi provano il cielo.

Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti