Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

OrologioCastello
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
L'orologio del castello

A una a una chiamava
le ore
l'orologio del castello
con i suoi rintocchi
che nell'aria echeggiavano
dall'alba alla profonda notte.
Ora è muto,
immobili le sue ferree alabarde
a un tempo che non è più.
Sotto il sole di allora
amavo la vita,
con entusiasmo di fanciullo
volavo sui gradini
che portavano là basso
alla città della dorata pietra
e sognavo di correre
verso l'orizzonte lungo la mobile
pianura del nobile Ionio che vide
abissi di irripetibili civiltà.