Login

Poesia di Vincenzo Fiaschitello - Il signore di Roma di bianco vestito
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Il signore di Roma di bianco vestito 

Mi dici spesso come mal sei messo

per quei tuoi lamenti dispersi ai venti.

Ma non vedi che il cielo piange

che la neve si scioglie e il mare avanza

che il tempo più di prima è tiranno

che ogni notte la civetta allunga

il suo verso alla finestra mia serrata

che il popolo di Dio è come il ragno

che sbava e tesse fili di geometrica astuzia

per cogliere in fallo ogni giorno

il signore di Roma di bianco vestito?

Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti