Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Il piccione e il canarino


D'improvviso partirono verso il cielo
nel silenzio scuro della notte i fuochi
che s'aprivano a cascata in mille
colorate stelle a toccare la solitaria
rupe deserta d'erba e d'arbusti.
Nell'aria si dispersero i piccioni
sbattendo a frotte sui tetti e le grondaie.
Dalla finestra aperta volò dentro
un piccione,il terrore nei suoi occhi,
le ali rinserrate.
Lo tenni accanto al canarino per più giorni.
Poi,più forti del cibo che gli offrivo,
l'azzurro del cielo e la libertà.
Se ne andò dalla stessa finestra
che l'aveva catturato.
Le zecche divoravano la piccola testa
del canarino,dalla gabbia sparì
l'allegro gorgheggio.