Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

stelle
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Il pensiero dominante

Rammenti quel tremolìo delle stelle,
una sera di primavera?
Talvolta vorresti che il ricordo
fosse spugna che cancelli
la sembianza di lei lievemente
poggiata al cancello del giardino
coronato dai primi fiori.
L'amore non è come l'odore
simile a un altro, non è come
la sabbia del mare dove a piedi
nudi affondi come in altra sabbia,
l'amore è unico, è eternità, è viaggio
speciale per cui tu paghi il giusto
pedaggio che la sorte ti ha assegnato.
Non implorare l'oblìo, perciò,
non puoi vincere il ricordo. La navicella
della tua vita avrà sempre a bordo
il pensiero dominante di quell'amore.
Inutile fingere di essere sordo
al richiamo che lontanando va di giorno
in giorno. La notte rincalza le coperte
ai sogni che va scovando e dell'onda
della memoria la risacca incalza.

Potrebbero interessarti