Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Gesuita e ....francescano

Un papa Dio ha dato al ventunesimo
secolo, un papa che porta il nome
del santo di Assisi.
Si affaccia alla finestra sul colonnato
di San Pietro, ma è come se si affacciasse
dalla finestra dell'umile casa di un vicolo
stretto che guarda, sotto un breve cielo,
sulla melma.
Ammonisce i ricchi dicendo di non azzardarsi
più a chiedere bustarelle, di non sperperare
i denari dell'otto per mille destinati ai poveri.
Un papa che, curvando il cuore, abbraccia
i vecchi, bacia i bimbi, gli infermi, un papa
che lava i piedi dei fratelli.
Vuole la terra colma di pace, ma fa la guerra
a chi porta il male tra le gente, pure
ai monsignori se Cristo hanno messo da parte.
E tutti i giorni ci ricorda di dire anche per lui
una preghiera a Dio che, assicura,
non si è dimenticato del mondo e non è
arrabbiato con gli uomini, anche se credono
il contrario vedendo di quanto
sangue innocente, inumana gente dall'odio
ossessionata continui a macchiarsi.