Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

coniglio bianconero
Poesia di Vincenzo Fiaschitello  
Ciuffetto

Dice la bimba:
- L'ho chiamato Ciuffetto
il mio coniglietto
bianco e nero,
che tenero!
Da quale notte vieni,
piccolo mio?
Da molto lontano vieni,
ti hanno scelto tra mille razze,
ora sei qui con gli occhietti
scuri e intelligenti.
Non hai conosciuto
la tua mamma, né i tuoi fratellini,
ma ora ci sono io:
io ti farò da mamma,
io ti curerò, ti darò da mangiare
e ti racconterò le fiabe.
Ci diremo i segreti la sera,
tu i tuoi, io i miei. Anzi voglio
cominciare subito io:
a me piace tanto la carbonara,
peccato che tu non possa mangiarla!
Ciao, soffice batuffolo.
Senti un suono di zufolo, stasera?
Buonanotte!


A Ilaria