Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Casa di riposo

Se la vecchiaia s'attacca
per contagio...
Entrate geriatrie nella casa
del dolce riposo, riposate
le vostre allegre membra,
stanche della lunga vita
di sorrisi accesi. Accendete
in pieno giorno la luce dei vostri
occhi occhiuti, pensate con agilità
chi siete e chi siete stati. Restate
al vostro posto, non v'immischiate
di nulla se non del vostro ultimo
respiro. Respirate appena col solletico
della macchina che vi sistema l'infermiera
accanto al volto. Lasciate la presa,
voltatevi di là dal muro verso l'aldilà,
muratevi in pace e così sia.

Potrebbero interessarti