Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

case bianche
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 

Bianche casette di calce

Bianche casette di calce
tra ginestre, verdi pinastri
e frecce d'agavi, innanzi
agli occhi mi state a ogni
giro di falce di collina, finché
raggiungo in vetta la dura
quiete del castello dirupato.
Un filo lungo ha teso il ragno
tra il ferro rugginoso della finestra
e il battente della porta che più
non s'apre.
E una immagine di donna mi appare
nella mente, come colei che fu
l'ultima a varcare quella soglia,
ultima foglia di grande albero
prima che lo schiantasse il maestrale.
Partì forse per sfuggire a un male,
portando in cuore timore e pena.
Dal muro di ronda mi affaccio,
l'occhio fisso nell'abisso, a rimirare
il silenzio del nulla dove naviga
la memoria della storia.