Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Appia antica 
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Appia antica

Presso le tombe sull'Appia antica,
sul prato distesi, le spalle
poggiate al tronco di un cipresso
in tarda primavera fino alle prime
ombre della sera, mettevamo
a punto il nostro esame di filosofia.
Piano parlavamo per non turbare
il sonno dei morti, ma prima di noi
tanti i segni dei torti inflitti da chi
era passato senza rispetto alcuno.
Spesso scendeva il silenzio fra noi,
e i nostri pensieri erano per loro
che da secoli giacevano senza lacrime.
Un tempo lontano uomini veri
ora nemmeno ceneri.
Forse la luna qualche volta li potrà
destare di notte!
Verso l'azzurro del cielo i nostri occhi neri
si levavano dove ancora garrivano
le rondini a frotte.