Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

via dogali e saati
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
La fuga

Suonò la sirena del carcere
una notte d'inverno:
all'incrocio di vento tra via
Mauceri e via Dogali e Saati,
tre fuggiaschi furono inseguiti
dagli occhi assonnati di gente
svegliata di soprassalto.
Tutto il paese credé di catturarli,
ma non vide che opache ombre
perdersi nell'oscurità delle ultime
strade prima dei campi aperti
e delle colline. Erano andati
oltre il torrente e su un treno merci
partiti per luoghi lontani. Non bastarono
tre mesi per riprenderli. Ma tornarono.
Anche i nostri giorni fuggirono
quella notte e andarono oltre, nessuno
riuscì a catturarli e riportarli indietro,
perché non percorsero vie dritte
e larghe, ma scorciatoie intricate.
Fuggirono per non tornare mai più!