Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

mammaconbambinoPicasso
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Alla madre

E siamo qui nel silenzio
delle nostre voci, a frugare
tra i pensieri che il vento
della memoria alza come polvere
che negli occhi s'insinua
e di lacrime li riempie.
Se solo poco ti allontani,
mi è difficile ritrovarti,
se il luogo di un altrove
inghiotte la tua presenza,
dispero di poterti riconoscere,
a meno che non intoni
quell'unico motivo che, fanciullo,
ti sentivo spesso canticchiare
su non so qual fazzolettino
che volevi lavare al tuo amore
con acqua e sapone e stirare
con ferro a vapore.
Mi coglierebbe inatteso il tuo canto
e risvegliare un delirio di ricordi
sarebbe facile anche se doloroso.
Madre, qui si fa notte. L'autunno
è già trascorso e le foglie sono
cadute pure per me.
E' così poco il tempo rimasto
perch'io incontri la tua luce non viva,
di stella spenta in lontano giorno.
Succede, ora così tardi, di svegliare
il cuore che ha dormito e a lungo taciuto!