Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Teatro greco di Siracusa
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 

Al teatro greco di Siracusa

La lucertola che striscia sulla roccia
si ferma dinanzi a me,
alza il capino, guarda con occhi
intelligenti e con la lingua
assaggia l'aria attorno.
Stupita di tanto silenzioso orizzonte,
guizza via e scompare
dentro una finestra della pietra.
Il sole a picco tiene lontano
i visitatori del teatro, dove
gli antichi greci sperimentarono
le più crude passioni umane
con attori coturnati
e cori dai toni alti e solenni.
E la poesia volava sulle ali
di farfalle a risanare cuori e menti.
Al mattino l'aria, come l'anima,
purificata dalla brezza ionica,
chiudeva il teatro in una grande
sfera di vetro dove da magiche
fontane zampillavano ancora le voci
degli dei e le parole di Elettra e Clitennestra.