Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Abbandono

Un tempo anche questa pietra
specchiava il tuo sorriso,
la tua furiosa gioia di gioventù.
Ora che traccia non c'è di te,
del tuo fulgente viso
e il mare schiumoso m'appare
color della cenere,
solo m'aggiro tra queste quattro
derelitte case che hanno ghirigori
di alfabeti e ruvidi graffiti
sulla ruggine delle calcine.
S'esalta tra le crepe un ciuffo
d'erba, quasi a imporre
una impossibile vita che non c'è più.
Verde barba d'erba, so che non posso
chiederti di fuggire altrove,
somigli proprio alla piccola formica
che per sempre dorme
nell'aurea ambra fossile, inglobata
come in un eterno nido.