Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia Settimana Santa poesie report on line
Poesia di Giuseppe Vita
La Sittimana Santa

Tumènaca t'li Parmi è già passata,
giurnu ti umana ricunciliazioni
pi li cristiani ca l'hannu onorata
cu paci, amori e tanta divuzioni.

La Sittimana Santa è ccumunciata
e tutti si ni fannu 'na raggioni,
siccomu èti 'na cosa cunsacrata
fign'a la Pasca ti Risurrezioni.

Tre giurni sontu ti lu tratimientu
ca Giuta feci pi trenta tinari.
Lu giovitìa èti cuddu t'lu turmientu

e t'lu dulori pi li chiuevi amari.
Lu vennerdìa fuè l'urtumu lamientu
e po' murìu cu ni pó libberari.

"Tu n'ha' vulutu amari,
Gesù, cá ha' muertu e po' ha' risuscitatu
e lu piccato a tutti ha' perdunatu!".

Traduzione:

La Settimana Santa

Domenica delle Palme è già passata,
giorno di umana riconciliazione
per i cristiani che l'hanno onorata
con pace, amore e tanta devozione.

La Settimana Santa è cominciata
e tutti se ne fanno una ragione,
siccome è una cosa consacrata
fino alla Pasqua di Resurrezione.

Tre giorni sono del tradimento
che Giuda fece per trenta denari.
Il giovedì è quello del tormento

e del dolore per i chiodi amari.
Il venerdì fu l'ultimo lamento
e poi morì per poterci liberare.

"Tu ci hai voluto amare,
Gesù, ché sei morto e poi sei risuscitato
e il peccato a tutti hai perdonato!".

Sonetto caudato in vernacolo sanvitese con relativa traduzione.

Schema: ABAB/ABAB, CDC/DCD, dEE.

Leggi le Poesie di Giuseppe Vita