Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-gavino-arras/poesia-di-giovanni-gavino-arras-leggo.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZ2F2aW5vLWFycmFzL3BvZXNpYS1kaS1naW92YW5uaS1nYXZpbm8tYXJyYXMtbGVnZ28uaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Giovanni Gavino Arras
    Leggo

    Sulla pietra umida

    Vedo

    Dal vetro dell'aria

    l'inferno incandescente

    Bambini e chiome tra azzurro e grigio 

    Mi aprono la strada

    Nel labirinto del tempo ricurvo o squadrato

    Dalle tegole d'oro

    Riempio la bocca dell'aria sottile

    Di questa giornata

    Raduno delle lunghe marce spazio occupato da esiti di spore.

    Leggo

    Con l'occhio aggrinzito

    Vedo

    Sagome avvolte da luce meridia

    Immerse su un orlo di schiuma

    Trasportare la poesia del mondo

    Oggi non ho portato il mio libro Potevo, in effetti, farne a meno:

    Sul lime terraqueo Il tempo scrive le sue storie

    Commenti

    Potrebbero interessarti