Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Gabriele -
Scansati da lì


Se uno nasce già quadrato
nella vita destinato con una malattia
non può essere tondo il suo avvenire  umano.

Al disabile  già  per natura   insensibile nel cuore
non ci sono rondini dal cielo con buone nuove
per la malattia è,  sempre più  incurabile.

La mia.

E' una vita spesa mangiata  spezzatino  al sugo
mantecato lento  malinconico dei  vapori di noia
dove  un sorriso per capire invano muore
per lenire un corpo imbestialito di dolore.

Superabile  disabile   matura  nel cuore
la vergogna di non essere capito
per una malattia che nessuno crede
forse perchè nessuno in verità la  vede
di  idee c'è macanza ooh Dio per la tua fede.

L'esacerbante malattia è peregrina di corpo
in corpo è pellegrino uno alla volta
prende e tutto il corpo pretende.

Scansati da  lì  anima!  Io  devo  morire.