Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Tony Basili -

Castiglione -



Quel sopra al colle al sole

che Montagliani è detto,

contro il diruto, il nuovo

che è ad un miglio per diretto,

torna l’astuto ferro

a smuover il bosco folto

cresciuto in vari anni

a ricoprir per molto

i resti d’un castello

che Castiglione· chiamava

il villico che ignora

quei che qui regnava,

quando l’Enrico duca,

nei medioevali anni,

che Corradino seguiva,

qui presso s’ebbe danni

da quel Carlo D’Angiò,

prono alle papali mene

che gran vanto formò

per ciò che al franco viene.

Questi trovò un rifugio

In quel di San Salvatore

ove l’imperial patrono

lo salvò con suo favore.

Quivi ebbe ristoro

E franca possessione,

su S. Giovanni in Fistola

che aveva pur ·bastione

sulla turanea valle,

sito di tanta storia

ove la romana strada

della imperial memoria

andava dal pian fertile

ma fosco di Carsoli

tra i monti dove Collalto

par che al ciel s’involi

sui i sabini borghi

e le rupestri altane

dove del borgo antico

di Tora vi rimane.

Perciò lodiamo il franco

che i ruderi sepolti

di Castiglion la rocca

scoprì agli occhi stolti

di chi inesausta brama

dà alimento ognora

e delle vestigia perde

della sabnitas ch’ onora.

Solo la virtù dei mastica

par che or riscuota vanto

che varie epa sostiene,

che finiràn· nel pianto.


31.8.94