Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Alberto Nicola Giulini
Sconosciuta

Fortunata quell'agil donna

praticamente a me sconosciuta

- che mai di certo conoscerà

me stesso

steso (in verticale) -

D'altronde come potrebbe lei immaginare?

che amo talvolta

per ventura straziare

tali cuori in cui mi imbatto.

Poesia alquanto enigmatica, si svolge intorno a due parole (che formano l'insolita concezione) "steso (in verticale)". Questo cosiddetto mistero fa parte della poesia incarnata/disincarnata, ovvero incarnazione quale 'investitura poetica' da parte cmq d'una creatura umana, sia pure 'sconosciuta'; e poesia disincarnata (verticale) in qualità di astrazione/invisibile Musa. 

 

i