Login

Poesia di Alberto Nicola Giulini

Devi pagar lo scotto

di sopravvivere molto a lungo - tuo malgrado - 

non c'è inverno per te nell'albero genea#logico

né solo ceneri in questa genesi

(più patetica ormai che poetica?)

Sbatti la polvere della tua storia, fuori-casa,

poi sta' un po' zitto: stàttene a cuccia-in-cripta...

Così, giaci maculato nella piccola urna

espiando l'eterna agonia del presente

per quel remoto passato e futuro tanto agognato.












































































































































































































































































































































































































































giaci maculato nella tua piccola urna,

                                             ad espiare muto negli eterni attimi presenti

                                              il sogno ad occhi aperti di un germoglio

                                              


















































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































































ad espiare il male ricevuto da più parenti-serpenti

cercando un sortilegio tipo deus-ex-machina

come quantistico contravveleno. 

Commenti