Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

racconti per bambini

Racconto di Roberto Piumini 
Le sponde del fiume 

Fuori non c'era il corridoio di casa, né le scale, né il portone, né la strada, né la città.
C'era una grande pianura tutta di prati a sinistra, e a destra un fiume placido, che faceva rumore d' acqua corrente.
Mattia e il nonno erano sulla sponda sinistra.
Questa è la sponda sinistra, vero nonno? - disse Mattia.
Tu dici? - chiese il nonno stringendogli un po' la mano, ma senza voltarsi.
Come lo sai?
Me l'ha spiegato il papà.
E come si fa a sapere che siamo sulla sponda sinistra?
Mattia respirò a fondo e disse: Bisogna mettersi con la schiena a monte: Ma non abbiamo montagne dietro.
Si dice così - osservò Mattia.
VuoI dire che bisogna mettersi con la schiena dalla parte da dove l'acqua arriva, come siamo noi. Capisci?
Si disse il nonno.
Noi siamo sulla sponda sinistra e quella di là è e Mattia, per assicurarsi che la spiegazione fosse chiara. - Capito?
Capito disse il nonno.
Ci fu un silenzio pieno di sapienza.
E il fiume lo sa? - disse il nonno.
Lo sa il fiume, che questa è la sua sponda sinistra?
Mattia rise.
Chi sa se lo sa!
Forse non gliene importa niente... Proviamo a chiederglielo.
E Mattia chiese al fiume se sapeva che quella era la a, e che quell'altra era la sua sponda destra.
Ma il fiume non rispose, e continuò tranquillo a frusciare.

Commenti

Potrebbero interessarti