Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 


racconti per bambiniRacconto di Roberto Piumini
Il cappello e la testa

Un tale andò dal cappellaio per comprare un cappello.
«Questo è troppo grande» disse provando il primo.
«Questo è troppo piccolo» disse provando il secondo.
«Con questo sembro un bandito» disse al
terzo, e al quarto osservò con una smorfia: «Mi fa sembrare un poliziotto!».
Il cappellaio sorrideva paziente, e continuava a dargli cappelli.
«Guardi come sono buffo con questo» disse il cliente al decimo cappello.
«Non buffo, ma divertente, signore» disse il cappellaio.
Quando furono arrivati al centocinquantesimo cappello e ne restavano da provare solo due da prete e uno da mungitore, il cappellaio disse sorridendo: «Se mi per- mette un suggerimento, signore, poiché non troviamo un cappello adatto alla sua testa, si potrebbe cambiare la testa.
Ne abbiamo di tutti i tipi e di tutti i prezzi, e lei avrà, una grande possibilità di scelta».  «Sicuro» disse il cliente, «questa è una gran bella idea,  ma come cominciamo?».  «È molto semplice» disse il cappellaio; «prima si dovrà eliminare la sua testa attuale, e per questo ci vorrà un minuto.
Poi lei sceglierà il cappello che preferisce e alla fine troveremo la testa che va bene per quel cappello».
Così fu fatto, e quando si fu tolta la testa il cliente trovò in meno di cinque minuti il cappello che voleva; e in altri cinque minuti si trovò la testa adatta al cappello.
Il cliente pagò il conto tutto soddisfatto e se ne andò mentre il cappellaio diceva, sorridendo e tenendogli aperta la porta: « Torni da noi per i prossimi acquisti bisogna badare a quel che si mette sotto il cappello»

Commenti

Potrebbero interessarti