Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

 Poesia di Vinvenzo Padula
L'occhio di lei

Siccome l'ala d'una rondinella
S'apre ed abbassa e sopra il fonte oscilla,
Tal la palpèbra della mia donzella
Si chiude ed apre sulla sua pupilla;
Sulla nera pupilla, ove una bella
Imagine di Lei ristretta brilla
La qual rassembra sua minor sorella
Prigioniera di brina entr'una stilla.
Io m’affiso in costei tra ciglio e ciglio;
Ella ride, e par dica: Or veder puoi
Quant'io piccina alla maggior somiglio.
Onde lascia la man, lascia il ginocchio,
Lascia la bocca, e 'l seno; e, se Lei vuoi
Tutta quanta baciar, baciale l'occhio.

Potrebbero interessarti