Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Viaggio in autostrada

Guido attento lungo il nastro d'asfalto,
scorrono paesaggi dinanzi a me
interrotti di tanto in tanto dai pertugi
enormi sofferti con umiltà dalle montagne.
Uscendo dal tunnel della memoria
i miei pensieri mi riportano
a un passato che ha esiliato per sempre
la mia adolescenza, affogata
senza rimpianti nel vaso di lacrime
versate per un nonnulla.
Altro sguardo da te avrei sperato,
altra traccia di te !
Sono franate tutte le esistenze di questi luoghi
in un miscuglio di polveri e di botri.
Tutto si equivale, il passato e il presente
e il tempo che verrà.
E' sempre la stessa sabbia che nella clessidra,
tu, tempo, rivolti e il sotto ora è sopra,
e il dopo ora è prima !
Vorrei da te sganciarmi per chiedere
allo spazio, tuo fratello, più misericordia
e quel che più conta più libertà.
Ha percorso la sonda cinque miliardi
di chilometri verso il mitico Plutone
e corre... corre ancora. Chi può dire
quel che veramente ha visto? Tra venti
cosmici, ombre penombre vuoti,
ma anche tra stelle costellazioni pianeti
e forse... angeli !
Ecco, su quella navicella viaggiano ora,
misera zavorra, i miei pensieri, finché
un barbaglio nell'immensa oscurità
li farà evaporare.