Login

Pin It

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Primizia di oscurità

Primizia d’oscurità, stelle

sbocciate nel cielo della sera,

magati sogni turgenti nel cuore

dell’antica terra dei miei paesi.

Oh, misero orgoglio che mi indusse

a fuggire e a strappare radici

alla vita di fresco fiorita!

Ti perdo mia esistenza bruciata

a tutte le intemperie del vivere,

alle lacrime, ai sogni, ai desideri,

a quel che fu, al niente del presente.

Ti ritiri da me o io da te?

Tutta la mia brevelunga storia

qui si ferma nel passo estremo

di misurata vecchiezza verso

lo sconosciuto approdo.

Pin It

Commenti