Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

vestito prete
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Vita sbottonata

Bottoni, bottoni, ventotto
bottoni sulla tonaca
dello zio prete.
Nera la tonaca, neri i bottoni.
Il giorno che li vidi rossi
mi nacque il desiderio
incontenibile di averne almeno
uno per giocare e per vantarmi.
Lo presi. A lungo lo cercarono
per tutte le stanze del Palazzo
Sant'Alfano.
Non capivo l'ostinazione,
era l'ultimo in basso, si notava
appena il vuoto!
In fondo portò bene a mio zio
quel primo passo. Era troppo
abbottonato, specie dopo
la nomina a "Monsignore di Santa
Romana Chiesa".
Forse da allora anch'io ho imparato
a vivere una vita sbottonata.
Segno di disordine, di ribellione,
di irriflessione?
No, al contrario, di apertura agli altri,
di accettazione dell'esistenza,
di libertà di spirito, di comprensione
del mondo!