Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Tellaro

Riafferrare l'alata gioventù

sulle  gravide lune di pietra

del fresco e antico Tellaro

che nella corinzia valle

silente scorre tra roverelle

e tamerici turbate appena dal vento,

non ha più senso.

Amico,ogni pena tace

nel nostro cuore colmo d'insonnia.

Lividi si sta al sole

che un tempo tramontammo

mille e mille volte

scalpitando, intrepidi puledri,

per il viale di villa netina

accanto alla porta ferdinandea.

Lontano ci portava la speranza

e risvegliava la nostra arte del vivere

ancor di più se fatica e spine

ferivano il cammino.