Login

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
S'impavesa il cipresso

Di tiepida luce s'impavesa 

il cipresso del mio giardino

e su di noi la sua lunga ombra

stende. Con te amo donneare

sui tempi inceneriti, sui vili

e sugli eroi, su chi è partito

e su chi ancora resta, su quel

che fa temere questa nostra

ultima esistenza.

Passate gioie, passati giorni

sepolti ormai in umide sabbie.

Sapevi di me e ti chiedo scusa

per la doppia mia natura: dolce

avrei voluto essere, brusco

e ruvido mi sono sempre ritrovato

e più amaro e triste.

Sul finire dell'avvenire fiori

non chiediamo né lacrime,

ma pensieri e desideri di luce.

A sera una virgola di luna

s'impernia bruna sul cielo

di questo inverno tra i lontani

monti oscuri e i suoi mille tratturi.

 Leggi le più belle Poesie di Vincenzo Fiaschitello

Commenti

Potrebbero interessarti