Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Marzamemi
Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Pescatori a Marzamemi

Uscii in barca coi pescatori
a Marzamemi, al tramonto
di un giorno d'estate.
Battevano i remi le acque
accese dal fuoco che all'orizzonte
lentamente scompariva.
Costeggiando e doppiando
l'isoletta, quasi uno scoglio
tra due mari che mescolano
le loro acque, i pescatori ricordavano
sottovoce i loro vecchi, bruciati
dal sole e dal sale, che avevano
per anni fiocinato tonni nelle camere
della tonnara ormai disusata.
Io appendevo immagini della mia vita
di fanciullo ai loro ricordi,
ma non aprivo il cuore.
Sentivo stridente il divario e ne avevo
vergogna: troppo dura la loro vita,
in quell'estremo vicolo di Sicilia,
dove sembra che l'onda porti ancora
un qualche simulacro dell'antica Grecia.