Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

aperturadali
Poesia di Vincenzo Fiaschitello  
La leggenda della vita

Non volevi essere chiamata diva,
ora ancora viva,
ma con la mente che vaga
fuori di te, riesci qualche volta
a dirci di dimenticarti.
Quel che di te resta,
immagini di splendida Venere,
abbaglia la nostra vista e ci fa
umidi gli occhi.
Ecco quel che più mi turba:
il sapere qual è il reale, se allora
o oggi, o né allora né oggi.
Dicono che bisogna guardare
il presente, e se pensi di negare
quel che vedi ritenendolo
un sogno, è evidente il tuo errore:
inciampi soffri provi rancore e dolore.
Dicono perciò che sei reale, vivo.
Sono in fila come gli altri,
bendati gli occhi,
come te, come tutti quelli che sono stati
su questo nostro pianeta, che come
astronave solca veloce lo spazio,
ognuno portando nel cuore la propria
leggenda di vita!