Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

cubo
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
I due cubi

Se c'è un modo tangibile
di immaginare la malinconia,
io me la raffiguro come un cubo
di rosso vivo rivestito.
Lo fisso, lo giro e lo rigiro
e penso che la malinconia stia
ben chiusa là dentro. Ma così non è!
Se solo sfioro la superficie
delle sue facce, sto già ai bordi
della maliconia. Poi un vapore,
simile a densa nebbia, s'alza
e si diffonde, fascia tutta la mia
persona e mi nasconde al mondo.
Allora vado cercando il cubo
azzurro dei miei sogni.
Insieme li metto come urne,
l'uno a fianco all'altro:
impetuoso è il rosso che l'anima opprime
indecorosamente e di continuo allarma;
rassicurante l'azzurro, che calma
e culla il cuore, fino a farlo
entrare nel breve sonno del giorno
e, al calare della sera della vita,
nel sonno di durata infinita, quando
le nostre dita non dovranno più
enumerare bellezze e miserie,
godute e sofferte nel tempo finito.