Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello
Che pazzia è la poesia!

Si va
di tanto in tanto
al suo paese natale,
per prima cosa ci si ferma
( direte voi a comprare il pecorino
di primo sale? no, vi sbagliate! )
vento pioggia o sole
all'angolo di due vie dove affissi
sono gli annunci mortuari
per conoscere i nomi di quelli
che hanno per sempre lasciato il paese.
Commenta con un filo di voce,
non c'è nessuno che non conosca.
Chissà se la prossima volta
insieme non leggeremo il mio nome!
Che pazzia è la poesia!
Forse è colpa tutta mia,
ma apposta non l'ho fatto,
sono entrato a settant'anni di soppiatto
sarà solo la morte a portarmela via.
E così sia!