Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

desolazione
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 

Appesi ai pali dei lampioni

Appesi ai pali dei lampioni,
traditori li hanno chiamati,
poveri cristi stracciati
nelle vesti e nell'anima.
Ma chi avrebbero tradito?
Quando? Come?
Non si sa.
Soffia il vento del deserto
sulle loro carni penzolanti.
Una coppia di avvoltoi
veleggia in larghi giri,
roteando, e assapora
un vago odore di morte.
Piume nere,
messaggere dal becco serrato
e dagli artigli di fuoco.
Quale perdono possibile
per l'uomo che dà la morte
all'uomo?
L'odio ha asciugato ogni pietà!