Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

finestra
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 

Alla ricerca dell'identità

Dolce vanità di parole
che scendevano dal vano
di una finestra, così teneramente
sospirata nell'ardimentosa giovinezza,
a rallegrare un cuore dedito
a tormentosa tristezza.
E tuttavia sembra che nulla
sia cambiato, ora la vita è sempre
una ferita che fa soffrire senza pace alcuna.
Alla ricerca dell'identità mi impegno
a liquidare una memoria che gela,
che blocca passaggi incancellabili
e mi dispongo a una necessaria
forma di strabismo.
Con l'occhio di allora metto a fuoco
il passato, lo rileggo e scopro che in quel
tempo era il particolare che amavo
e mi faceva soffrire. Era quella ragazza
che a scuola sedeva accanto a me,
era quel mare, quella strada, quella casa
e quella finestra.
Con l'occhio di oggi mi accorgo
che la sofferenza ha origine
nel contemplare l'universale: non questa
o quella ragazza ma la femminilità,
non questo o quel mare ma qualsiasi
distesa di acque anche immaginata,
non questa o quella strada casa finestra
ma ogni possibile strada casa finestra
di una città senza nome.
Non resta allora che cercare un mediatore
di dolore. Ma dove trovarlo?
Nel particolare o nell'universale?