Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

panchina
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
Qui si vive il doppio

Più araba o greca che normanna
la mia origine, scrutando vado
tutte le volte che torno i volti
dei miei compaesani per leggervi
un segno. Vecchi cari angoli, poveri
vichi e ronchi che da ragazzo percorsi
nei giochi infiniti con i compagni.
Ora nessuno con cui ricordare
il tempo passato, passato come un niente.
Seduto su una vecchia panchina
che la mattutina luce accende di scolorito
verde, due vecchi che credono
di riconoscermi, prima di andarsene
mi dicono:" Qui si sta bene, qui c'è calma,
aria buona, un mare pulito e spazi
per lunghe passeggiate, qui si vive il doppio".
Il doppio?
E allora dove sono gli altri della mia età?
Gli amici d'infanzia, gli amori mai dimenticati?
Tutti scomparsi, tutti fantasmi schierati
innanzi all'Eterno!
E tornano i ricordi a far dolere il cuore.