Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Poesia di Giuseppe Vita
Agone

C'è stato sempre chi ha voluto fare
del suo sapere solo vanità
usando la sua boria
per dimostrare superiorità.

Così nascon gli agoni, nella Storia,
tra uomini che voglion risaltare
e arrivan fino a noi,
ché li possiamo ancora rinnovare.

Ed oggi, nella musica e in poesia
si fan concorsi e pur competizioni
per vincer premi oppure assegnazioni
con cui poter seguir la propria via.

Soltanto chi s'impone negli agoni
può andare avanti con austerità,
ché solo quei che vincon son padroni
in questa tanto ingrata umanità.

A cosa serve gareggiare quando
il cuore detta solo ciò ch'emerge
e non permette che si scriva quanto
può dilettare più colui che legge?

Che cos'è il premio Nobel se non vanto,
anche se dato a chi nemmen lo pensa
e non a chi fa veramente tanto
col suo sudor e sofferenza immensa?

Ma tutto questo è solo ipocrisia,
poiché non stima quello che più vale
e reca tanto danno alla Poesia
ch'è cosa unicamente universale.

Poesia di ribellione