09232017Sab
Last updateVen, 22 Set 2017 12pm

Poesie di Giovanni Bertacchi

Poesia di Giovanni Bertacchi - Le Alpi


Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

alpi
Poesia di Giovanni Bertacchi 
Le Alpi

I verdi balzi e i pascoli ridenti, 
reduce pellegrino, ho riveduto; 
ai ghiacci eterni, ai fiumi ed ai torrenti 
ho ridato dal cuore il mio saluto.
Qui dov'io seggo schiudesi agli intenti

sguardi il riso del ciel limpido e muto;
qui dov'io seggo il mio pensiero in lenti
desideri di pace erra perduto.
La catena dell'Alpi, in ampio giro
variata di nevi e di pinete,
in vallate profonde, ecco, s'adima.
E vagabonda d'una ad altra cima,
solca una nube l'immortal quiete
della nitida volta di zaffiro.

Dal Canzoniere delle Alpi

È un inno di esaltazione questo che il Bertacchi, ritornato dopo una lunga assenza ai suoi monti, innalza alla cerchia delle Alpi che sovrasta la natia Chiavenna. Il Poeta si compiace a riconoscerne le balze, i pascoli, i nevai, i fiumi, i torrenti. E mentre l'anima
sua quasi smarrendosi si effonde in lunghi aneliti di pace, il suo occhio spazia sulle giogaie chiazzate di nevai e di pinete sovrastanti a vallate profondi, mentre le nubi, volando dall'una tra vetta, solcano la pace solenne del cielo terso e luminoso.

Leggi le Poesie di Giovanni Bertacchi


Sezioni

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai su info