Poesie di Giorgia Spurio
Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Giorgia Spurio
Le culle degli angeli

Neve che piume toccammo
quella notte che portò la tua nascita.
Dolce sorriso di gelidi rancori
sciolti come fuoco alle stelle

Bimbi che non più piangono
Bimbi che non più diventano rapite vittime d'incubi.

Ed io stretta al nostro sogno,
cavalchiamo i draghi di nuvola
oltre i deserti delle guerre
oltre le religioni dei cuori arrugginiti

Oltre i cieli delle colline e delle campagne
Stringimi, bimbo mio, stringimi alla pace dei tuoi profumi
e ai baci che l'infanzia colora come carta che prende vita
Come luce che illumina anche le notti dei pianti
dei bambini orfani d'incanti.

Sorridimi, bimbo mio...
regalo diviso a metà alla notte di vigilia...
Lo so... Mi perdo nelle tue candide pupille
e so... conosco ogni battito che pulsa nel tuo piccolo cuore...
Bimbo mio, vorresti esser lì nella mangiatoia stretto fra la paglia
che ha solo l'odore della mirra che porta il padre alla madre...
Lo so, bimbo mio, lo so...
diventi regalo da dividere a metà
fra la vigilia e il natale...
Fra i divorzi dei ricordi
e i sorrisi di una madre
che nasconde tutte le lacrime
di quel padre che non crede ai miracoli...

Stringiti a me, bimbo mio...
non sarò capace di donarti la magia della slitta e delle renne...
no, non son capace di non piangere...
no, non son capace di dir bugie...
Guardiamo le stelle e stanotte ti racconterò
un'altra fiaba a lieto fine.

Alberi che si inchinano ai cori
fra occhi piccoli e socchiusi
fra le fiaccole e i presepi
tra pacche e "Auguri".
Ti racconterò degli antichi cenoni,
delle mie corse...
dell'odore della cucina
e dell'abbaiare del cane,
del fuoco nel grande camino...
e di quel nonno che mi vietava di calpestare le speranze
attento alla pace e al ceppo da ardere...
ti racconterò di quella bimba con le trecce
che correva fino al petto di quel nonno.

Stringiti a me, bimbo mio...
doniamo baci d'amore a tua madre
e prendiamo la mano al silenzio...
attendiamo i miracoli sorridere
come sogni fra comete
sbocceranno come boccioli di neve
e dentro ai fiori
ospiti saranno sonnecchianti bimbi
in mangiatoie di polline e culle.

Clicca qui se ti interessa leggere la biografia di Giorgia Spurio

Potrebbero interessarti