Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele -

Mostro disabile -


Dal poema nel cielo dei sogni libro a volo le mie emozioni
ooh vita  per te le più belle radenti  le scrivo  così le invio,  
forti e ferme nel suo peso interiore sballate ansimano
al sospirar di passione del cuore troppo prosato al
sentirle a strillar  con voce potente a gravar il significato
di una grande amore,  mi sganghera l'anima.

Mi muore dentro.....Mah! meglio son versi di poesia.
Non so mia dolce unica rinnovabile emozione
io ti vorrei  far  vivere non per  un istante dorata,
da te  Signore, per amore il tempo d'una vita,  donata....  

Io mi vendo!  con tutto il mio modo e maniera che ho
per fare all'amore,  il più bello che ho da dare
per un barattar  d'affetti con attenzioni sincere,  scordate
non più percepite  come millevoglie  belle alla menta
vero sensore cioccolato per i miei acuti d'emozioni.

Argute con sorriso  la speranza le aspira  con felicità
che da tempo  attende nella noia le,  novità del male
son,  false verità....
Sai giampiero... Io parlando  con me della vita
ho capito che nel malefico non c'è normalità.

Possiamo pure dividerci  la solitudine,  tu con il corpo  
e io con l'anima,  nella speranza di tornare a fare
le piccole cose di ogni giorno che passa nell'oblìo si carica
il dubbio scentifico di una inutile ricerca della vita.

Se da un verso si fà un passo avanti per la cura del male...
Nel mentre il giorno scappa la sera dal lato degli affetti
il destino fa due tre passi indietro  dei rapporti familiari
ed altri ora immaginari.  

E' un salutare!  Un dirsi addio per l'ultima volta.
Loro devono lavorare per vivere io invece lo devo...
anzi,  vorrei  vivere per tornare a lavorare...
 
Per impegnarsi contro un male guerrigliero che
non fa il suo male a viso aperto agisce di rappresaglia
acuizzando aggredisce  i punti di dolore che crepa
la carne del corpo mio.... Mostro disabile.