Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti emergenti
Poesia di Gabriele -

Irrfimediabilmente vuota


Mah, è strano come si fa a vivere dove non esisti
mentre tu Signore! Promuovi guai su altri guai
e, sei onnipresente dolore della mia sofferenza.
Ciao anima!
"Eeh tu come stai… Stavo pensando proprio a te"…
Sai, così racconta una bella canzone consumata
per il desiderio d'essere ascoltata. Irreparabilmente
vera sei vita anche se io stò sempre un po' peggio.
Dio, ma che vita hai dato da vivere a chi non ti ha mai
cercato, per chiederti di nascere in uno sputo di terra
è mondato sbadato pure disabile sbandato.
Invece, di altri tutti nel fiore della vita vari assassini,
stupratori, dittatori e, altri esempi della cattiveria
umana son premiati elargiti con del buon vissuto.
Dal monte degli eventi s'annuncia brutte notizie,
io vorrei fermarti tempo impossibile tu sei l'irrefre-
nabile modo per tenere in vita questa stupida vita mia
che storta nel mirarsi allo specchio nulla vede
nelle ombre del suo remoto passato. Irrimediabilmente vuota
per non desistere io ho chiesto un cucciolo di cane meticcio
anche di pezza, per amor d'un po' di coccole in compagnia…
Nooo!! < non si può sporcano in casa portano la malattia di parkinson
dice mia moglie, sono bestie!!! >, con calma Giampiero zitto stà non
muove aria per tranquillità, anche se è lui il randagio parkinsonorizzato
canino da trattare come uno stronzo invecchiato ch'accetta
tutti gli accadimenti in famiglia per l'alterato vivere
subìto su un binario estraneo alla famigerata normalità.