Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti -
Poesia di Gabriele -
Alfine!


Signore, qua si fa notte senza fare niente
con la verità confusa prigioniera tra le parole
di molti discorsi di fede perché la vita mia
nel crederci in te così l'incarnato vivere è
molto addolorato. Lucida negli occhi la vita
si dispera la speranza.
Tutte le preghiere ho consumato per te, ooh Dio!
Con tutti i fioretti messi da parte fino alla maggiore
età accantonati per le mie necessità… Mah poi
non sono stati sufficenti per un tuo miracolo.
Estremamente dura avvolta in una eclissi
di sfortuna importante vado pazzo per una
vita solitaria.
Chi si contenta gode per sapere del mondo
insofferente senza parlare io timido al più
scrivo e, sopravvivo con le mie nostrane
emozioni di un'anima fregata nel corpo
malato è sano di mente con i dubbi
del demente sono dalla umana gioventù
sbocciata in un lampo eroso di vecchiaia.
Ancora la mia storia prosegue per la via
molto lunga di dolore carico a sofferenza
sopporta la tolleranza mia che non si vede ma,
si sente per gli strilli riuniti in lontananza
ascoltati, si è alla fine della strada… Alfine!

Commenti

Potrebbero interessarti