Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-eugenio-zoppis/poesia-di-eugenio-zoppis-ophelia.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktZXVnZW5pby16b3BwaXMvcG9lc2lhLWRpLWV1Z2VuaW8tem9wcGlzLW9waGVsaWEuaHRtbA==
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poesia di Eugenio Zoppis
    Ophelia

    Coi piedi nell’acqua,
    Indugi, poi via dalla riva.
    Coi pugni in tasca, la testa nel vento,
    Quel mento che sfida la brezza:
    l’ebbrezza del tuo mutamento,

    Hai gli occhi coperti di nebbia,
    Di pianto, d’orgoglio e di rabbia,
    Via, dai mali del mondo, dalla follia,
    Col volto girato, per non vedere:
    coloro da cui tu vuoi andar via.

    Adesso, posa il tuo viso nell’acqua
    Irroralo, come una pallida rosa.
    Muta, da sola, richiusa nell’io,
    Non troverai l’amore:
    Forse l'oblio.

    Commenti

    Potrebbero interessarti