Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Emilio Praga
Senz'ali

O del mio mesto april rondine cara,
vieni a volar nella stanzetta mia,
quando l'arte di amplessi, ahi! troppo avara,
del disinganno vittima mi oblia!

Vieni e vedrai, specchio di un tuo sorriso,
la tavolozza mia tutta splendore,
e sentirai, commosse al dolce viso,
la fosche tele sussurrar d'amore...-

Ma, ahi lasso! la gentil mia rondinella
è una debole, trepida fanciulla,
che, sebben come un angelo sia bella,
fu senz'ali posata entro la culla;

e quando esce di casa a far mazzetti
della viola sui margini odorosa,
e a sospirar nei placidi boschetti
il dì che intrecci ghirlanda di sposa,

non vola, no, libera in mezzo al cielo,
ma preme il suolo, e, a colmo di sventura,
la madre ha accanto che le abbassa il velo,
e la dilunga ognor dalle mie mura.

Leggi le Poesie di Emilio Praga

Commenti

Potrebbero interessarti