Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poeti Emergenti
Poesia di Tony Basili
Quando si cambia?

Ancora il retaggio stiamo vantando

Di fronte a chi ci conduce a cavezza,

Di Lucrezie e di Cesari si va sillabando

Quando dell’oggi non c’è più certezza

Che il decoro  è scordato  e il Verbo divino,

Siamo proni, a terra e senza un quattrino.

 

Sento stridere dei grilli parlanti

Ma siamo seri, ci portano il vero?

Ma ognun rimane di quei lestofanti,

Sempre impuniti, non fa più mistero

Ma la rivolta dai cuori è rimossa

Loro predano ,e  noi già nella fossa.

 

Chissà se mai dal cielo il divino

Si urta per questo che stiamo patendo

Per chi fa strame del nostro destino

E pur s’atteggia a onesto mentendo,

Anche Caronte che laggiù traghetta

Ci farà credito a salir in barchetta?

 

Povera Italia, mia amata matrigna,

Che servo allevi un popol ignavo,

Sol per i compari tu fai da pigna

E gli altri a ragliar e meglio stavo

Ognun dice tra sé volto al passato,

ma con l’aria che tira, tutto è scordato.

31.5.12