Login

https://www.poesie.reportonline.it/poesie-di-antonio-basili/poesia-di-tony-basili-la-rappresentanza.html
Accedi
  • Registrati
  • /lost-user-name.htmlNome utente dimenticato?/password-dimenticata.htmlPassword dimenticata?aHR0cHM6Ly93d3cucG9lc2llLnJlcG9ydG9ubGluZS5pdC9wb2VzaWUtZGktYW50b25pby1iYXNpbGkvcG9lc2lhLWRpLXRvbnktYmFzaWxpLWxhLXJhcHByZXNlbnRhbnphLmh0bWw=
    it-IT
    Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
     

    Poeti Emergenti
    Poesia di Tony Basili

    La rappresentanza

    Dall’urna sterile sappi che mai esce

    Sia bianco o rosso, si cucina e mesce

    "Quel che possa giovare a chi lavora"

    Quel che sempre serve alla mangiatora

    Di chi al giorno non fa mai niente

    E pure mostra l’aria da sapiente.

    D’essa mai esce,  puoi starne sicuro

    Quel puro di cuore che dice basta,

    Ed i colpevoli mette tutti al muro

    Mettendo tutto ciò c’han preso all’asta,

    ma svolge un ruolo d’ una fiacca possa,

    Solo addetto per chi impingua l’ossa.

    Se mai ne uscisse alcuno fuori stampo,

    ci sono adatti modi, ferri e coni,

    per riformare ognuno senza scampo

    se pur in aiuto la fanfara suoni

    se sei sindaco o magari deputato

    è il posto giusto p’esser rieducato.

    E non ti val l’appoggio della gente

    Che dall’opra tua un qualche vantaggio

    Avrebbe pure, no non c’è più niente

    E sol puoi dar questo messaggio:

    testa vuota ma al posto ove si briga,

    si guadagna tanto e non si fatica.

    Goditi questo e non romper i meloni

    Ché ben si sa perché ti sbracci tanto,

    Siamo pazienti, ma non i tuoi capponi

    Da regalarti il voto e canticchiando

    A sentir che sei bravo, ma in che cosa?

    Perché di virtù la tua faccia è difettosa.

    29.5.12

    Commenti

    Potrebbero interessarti