Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Alberto Nicola Giulini 
in Giudea

Essendo in bancarotta la Roma

di Cesare Augusto Ottaviano,

Erode è costretto a regalargli

700 talenti d'oro:

ogni talento pesa ben 30 kg.

ma così Erode può restare re

del proprio regno di Giudea.

(Più avanti nel tempo l'abominio arriverà al culmine con un altro Erode: il tetrarca Antìpa, complice d'una sexy-ragazzina petulante che, istigata da madre ultraviziosa, chiederà ed otterrà su un piatto d'argento la testa del Battista, cugino di Gesù).