Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Racconto di E. Mackovcin 
Il cielo tuona e lampeggia


C'era una volta una farfallina gialla, allegra come un fringuello e leggera come una bolla di sapone, che viveva in un campo di gemme d'oro.
Era la messaggera dei fiori; passava le sue giornate a portare notizie.
Un giorno d'estate incontrò una cicala:
Che cos'hai da tremare tutta? - le chiese.
Sono andata a domandare al sole se brillerà tutta l'estate, ma lui, arrabbiato per essere stato disturbato, è andato a nascondersi.
Come finì di parlare, si alzò un forte vento, il cielo divenne tutto nero, si mise a tuonare e scoppiò un temporale. I due animaletti, impressionati dalla collera del sole, si nascosero sotto un gambo di rosa.
Quando finì di piovere crearono di ritrovare la strada, ma tutto era buio come in una galleria. Il sole allora ebbe pietà e mandò un timido raggio che asciugò loro le ali.
Poi ritornò di buonumore e disegnò un arcobaleno.
Le due amiche, rassicurate, volarono via abbagliate da mille piccole stelle: era un immenso campo d'oro verso il quale si diressero. La farfalla, più felice che mai, volò da un fiore all'altro abbracciandoli: era l'estate più gialla che avesse mai visto!

Commenti

Potrebbero interessarti