Login

Pin It

Racconto di Pasqua - La leggenda del pettirosso
La leggenda del pettirosso
di Maria Bettolo

Gli uomini avevano messo in croce il Signore che tanto bene aveva disseminato sulla terra.
Avevano trafitto coi chiodi quelle mani che s'erano posate a sanare i malatì e a risuscitare i morti.
Avevano bagnato di fiele le labbra che s'erano aperte tante volte per pronunciare parole di vita.
Un uccellino provò tanta pietà di lui e tanto orrore per gli uomini crudeli.
Gesù agonizzava.
Si appressò al capo santo e tentò di togliere qualche spina dalla corona che gli cingeva la fronte.
Si provò e riprovò più volte. Riuscì a strappare una spina e la goccia di sangue, che zampillò dalla ferita, gli arrossò le piume del petto.
Gesù si volse al pietoso ucce11ino e con voce dolcissima gli disse:
Che tu sia benedetto per la pietà che ti muove verso la mia sofferenza.
E il pettirosso porta ancor oggi sul petto, il segno del sangue dell'Agnello divino.

Leggi i Racconti di Pasqua

Pin It

Commenti