Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

alba
Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
A una fanciulla innamorata

Ti hanno sempre detto, fanciulla:
se non aspetti che l'erba cresca,
se il desiderio d'amore ti sopravanza,
sei perduta!
Fanciulla, l'erba è cresciuta,
prosciugato è il desiderio,
già da tempo il sole è declinato
e giunto non è chi hai aspettato
invano negli interminabili mattini,
forse trattenuto dalle manovre di flessuose
piovre o forse perché ti ha travolto
la vertigine del riconoscimento.
E l'amore che non conosce tempi e nomi
ha solo sfiorato la tua finestra
ed è andato oltre.
Non sei stata rapita come Elena
e te ne rammarichi.
Leggero spira il vento al tramonto,
profondo dormirà abbracciato
alla stellata notte. Anche l'ultima
luce, che taglia i rami del salice
e le canne lungo il fiume, toglie
lentamente il respiro al giorno
che se ne va, illividisce e lungamente
ti dice addio!