Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Poesia di Vincenzo Fiaschitello 
All'alba invidio quelle cime

All'alba invidio quelle cime
che prima il sole baciano e a valle
cautamente sospingono
la luce sull'erba molle.
Sale il giorno tra i vapori
delle case e i rumori dei motori,
ma non sento in me il caldo
alito che tutto ravviva anche
la dura terra e l'arida rupe.
Tu piccola anima,imperituro
soffio,frustata dal vento
di passioni e odi,quando
smetterai di accartocciarti
nel passato? So bene che
le lontane ore sono ormai
scritte per sempre. Proverò,
come costume un tempo,a pagare
qualcuno per il pellegrinaggio
di perdono e di conquista
della Grazia,condizione di salvezza.
Ma temo che con ironia sorriderà Pelagio!

Potrebbero interessarti